Fattura elettronica

Fattura elettronica: dal 1 Gennaio 2021 il nuovo tracciato XML

Interlem GP Omega Fatturazione elettronica, News, Notizie Leave a Comment

Con il provvedimento del 28 Febbraio 2020, l’Agenzia delle Entrate stabilisce le nuove specifiche tecniche del tracciato xml della fattura elettronica.

Dal 1° Gennaio 2021 saranno infatti introdotte nuove tipologie di documento, dall’autofattura spia al reverse charge interno, dagli acquisti di servizi da soggetti UE ed extra-UE agli acquisti di beni da fornitori UE.

 

Il tracciato xml versione 1.6 introduce sostanziali novità che riguardano:

  • 11 nuovi codici per Tipo Documento
  • 17 nature per aliquote
  • 4 nuovi codici per tipo ritenuta
  • Maggiorazione del campo Sconto che passa da 15 a 21 caratteri
  • Gestione del campo Bollo
  • Controlli aggiuntivi

 

Il nuovo tracciato sarà obbligatorio a partire dal 1° Gennaio 2021, con un periodo transitorio che andrà dal 1° Ottobre al 31 Dicembre 2020 durante il quale sarà possibile usufruire ancora del tracciato XML 1.5.

Durante questo periodo il Sistema d’Interscambio accetterà tutti i documenti elettronici con vecchio tracciato per permettere ad aziende e utenti di adeguarsi entro i tempi prestabiliti.

I nuovi tipi di documento

 

Significativo l’ampliamento delle tipologie di documenti che possono essere trasmessi al Sistema di Interscambio.

 

Nello specifico, dal 1° Gennaio 2021 per il Reverse Charge interno sarà obbligatorio indicare nel campo Tipo Documento:

 

  • Codice TD16 per quello interno;
  • Codice TD17 per acquisti di servizi da soggetti UE ed extra-UE;
  • Codice TD18 per acquisti di beni da fornitori UE.

Con l’introduzione dei nuovi codici e delle specifiche tipologie documentali previste per le operazioni effettuate con soggetti non residenti o stabiliti nel territorio italiano, non sarà più necessaria la compilazione dell’ esterometro anche in caso di fatture  passive ricevute da tali soggetti in formato cartaceo e integrate elettronicamente.

Qualora si scegliesse di non procedere all’integrazione telematica delle stesse, preferendo quindi il metodo tradizione con formato cartaceo, rimane l’obbligo di trasmissione dell’esterometro.

 

Tracciato 1.5 – Tipo documentoTracciato 1.6 – Tipo documento
TD01 FatturaTD01 Fattura
TD02 Acconto/Anticipo su fatturaTD02 Acconto/Anticipo su fattura
TD03 Acconto/Anticipo su parcellaTD03 Acconto/Anticipo su parcella
TD04 Nota di CreditoTD04 Nota di Credito
TD05 Nota di DebitoTD05 Nota di Debito
TD06 ParcellaTD06 Parcella
 TD16 Integrazione fattura reverse charge interno
 TD17 Integrazione/autofattura per acquisto servizi
dall’estero
 TD18 Integrazione per acquisto di beni intracomunitari
 TD19 Integrazione/autofattura per acquisto di beni ex art. 17, c. 2, D.P.R. n. 633/1972
TD20 AutofatturaTD20 Autofattura per regolarizzazione e integrazione delle fatture (art. 6, c. 8, D.Lgs. n. 471/1997 o art. 46, c. 5, D.L. n. 331/1993)
 TD21 Autofattura per splafonamento
 TD22 Estrazione beni da Deposito IVA
 TD23 Estrazione beni da Deposito IVA con versamento dell’IVA
 TD24 Fattura differita di cui all’art. 21, comma 4, lett. a)
 TD25 Fattura differita di cui all’art. 21, comma 4, terzo
Periodo, lett. b)
 TD26 Cessione di beni ammortizzabili e per passaggi interni (ex art. 36 D.P.R. n. 633/1972)
 TD27 Fattura per autoconsumo o per cessioni gratuite
senza rivalsa

 

 

Nuovi codici per ritenute

Agli attuali codici RT01 (Ritenuta persone fisiche) e RT02 (Ritenuta persone giuridiche) si aggiungono:

 

  • RT01 Ritenuta persone fisiche
  • RT02 Ritenuta persone giuridiche
  • RT03 Contributo INPS
  • RT04 Contributo ENASARCO
  • RT05 Contributo ENPAM
  • RT06 Altro contributo previdenziale

Codici Natura

Con i nuovi codici per la natura delle aliquote sarà possibile rappresentare in maniera più dettagliata le operazioni esenti, non imponibili ai fini IVA e quelle soggette al meccanismo dell’inversione contabile.

Tracciato 1.5 – Codice naturaTracciato 1.6 – Codice natura
N1 – operazioni escluse da IVA ex art. 15, D.P.R. n. 633/1972N1 – operazioni escluse da IVA ex art. 15, D.P.R. n. 633/1972
N2 – operazioni non soggette ad IVAN2 – operazioni non soggette ad IVA suddivise in:
– N2.1 non soggette ad IVA ai sensi degli articoli da 7 a 7- septies del D.P.R. n. 633/1972
– N2.2 non soggette – altri casi
N3 – operazioni non imponibili IVAN3 – operazioni non imponibili IVA suddivise in:
– N3.1 non imponibili – esportazioni
– N3.2 non imponibili – cessioni intracomunitarie
– N3.3 non imponibili – cessioni verso San Marino
– N3.4 non imponibili – operazioni assimilate alle cessioni all’esportazione
– N3.5 non imponibili – a seguito di dichiarazioni d’intento
– N3.6 non imponibili – altre operazioni che non concorrono alla formazione del plafond
N4 – operazioni esenti da IVA N4 – operazioni esenti da IVA
N5 – operazioni soggette al regime del margine / IVA non esposta in fattura N5 – operazioni soggette al regime del margine / IVA non esposta in fattura
N6 – operazioni soggette al meccanismo dell’inversione contabile (per le operazioni in reverse charge ovvero nei casi di autofatturazione per acquisti extra UE di servizi ovvero per importazioni di beni nei soli casi previsti)N6 – operazioni soggette al meccanismo dell’inversione contabile (per le operazioni in reverse charge ovvero nei casi di autofatturazione per acquisti extra UE di servizi ovvero per importazioni di beni nei soli casi previsti) suddivise in:
– N6.1 inversione contabile – cessione di rottami e altri materiali di recupero
– N6.2 inversione contabile – cessione di oro e argento puro
– N6.3 inversione contabile – subappalto nel settore edile
– N6.4 inversione contabile – cessione di fabbricati
– N6.5 inversione contabile – cessione di telefoni cellulari
– N6.6 inversione contabile – cessione di prodotti elettronici
– N6.7 inversione contabile – prestazioni comparto edile e settori connessi
– N6.8 inversione contabile – operazioni settore energetico
– N6.9 inversione contabile – altri casi
N7 – IVA assolta in altro stato UE (vendite a distanza ex art. 40, commi 3 e 4, e art. 41, comma 1, lettera b, D.L. n. 331/1993; prestazione di servizi di telecomunicazioni, tele-radiodiffusione ed elettronici ex art. 7-sexies, lettere f, g, D.P.R. n. 633/1972 e art. 74-sexies, D.P.R. n. 633/1972)N7 – IVA assolta in altro stato UE (vendite a distanza ex art. 40, commi 3 e 4, e art. 41, comma 1, lettera b, D.L. n. 331/1993; prestazione di servizi di telecomunicazioni, tele-radiodiffusione ed elettronici ex art. 7-sexies lettere f, g, D.P.R. n. 633/1972 e art. 74-sexies, D.P.R. n. 633/1972)

 

Cosa accade a partire da Settembre 2020

A partire dal 1° Settembre tutti i sistemi Onda IQ Vision, Onda IQ e Oceano IQ saranno aggiornati per permettere un passaggio graduale ed efficaci a tutti i nostri clienti con attivo un contratto B2B per la fatturazione elettronica.

Sarà divulgato un calendario delle attività previste per tale passaggio che includerà, tra gli altri, dei webinar specifici per affrontare al meglio tutte le novità del 2021 per la fatturazione elettronica.

 

Per qualsiasi informazione è possibile contattare  l’indirizzo e-mail assistenzab2b.igpo@interlem.it.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *